Acronis Active Protection per proteggere i tuoi dati dai ransomware

I ransomware sono un famiglia di malware che comporta un danneggiamento simile, la crittografia della maggior parte dei documenti, ma viene ottenuto con comportamenti differenti. I meccanismi utilizzati sono molto sofisticati e talvolta sono in grado diblock_image_3@2x superare i sistemi di protezione ed operare la crittografia. In questo scenario critico il backup assume un ruolo fondamentale, avere un punto di ripartenza sicuro può dare una certa tranquillità nell’affrontare il problema.

Il problema si pone quando il malware è in grado di danneggiare irrimediabilmente anche i backup, e purtroppo è capitato anche caso.

Per evitare che questo accada, Acronis ha implementato un solido meccanismo di autodifesa che non consente ai criminali di interrompere il lavoro dell’applicazione Acronis o danneggiare i contenuti dei file di backup.

Acronis Active Protection osserva costantemente il comportamento tenuto dalle applicazioni e lo confronta con dei modelli secondo cui vengono modificati i file su un computer. Alcuni comportamenti possono essere tipici, mentre altri possono essere indicatori di processi sospetti che stanno agendo sui file. Questo approccio può rivelarsi estremamente efficace nell’identificare attacchi ransomware, anche in caso di utilizzo di varianti mai osservate prima.

ransomware-02

Se un attacco ransomware inizia a crittografare i file, Acronis Active Protection lo rileva rapidamente ed interrompe il processo dalle diverse destinazioni di backup. A differenza delle altre soluzioni anti-ransomware, la soluzione Acronis non solo è in grado di individuare un attacco, ma è in grado di ripristinare i dati già danneggiati, recuperandoli da un backup disponibile.

La tecnologia Acronis Active Protection è disponibile su Acronis True Image 2018 e su Acronis Backup 12.5.